Smartphone e cellulari: ritiro patente e decurtazione punti, ma da quando?

telefonino-big-beta-auto-2Per chi viene sorpreso con lo smartphone od il cellulare in mano alla guida dell’auto: ritiro immediato della patente  e niente sconti sulle multe; sono le misure su cui sta lavorando il Governo, annunciate nei mesi scorsi dal viceministro dei trasporti Riccardo Nencini, e che potrebbero trovare presto applicazione con un decreto legge. In sintesi, il Governo sta lavorando ad alcune modifiche del Codice della Strada, le quali molto probabilmente saranno contenute in un decreto ad hoc che, dovrebbe arrivare entro l’estate.

Oggi, per chi guida l’auto col telefono in mano la multa è di 161 euro, 5 punti in meno nella patente mentre la sospensione della stessa da uno a 3 mesi scatta solo alla seconda infrazione nel biennio; le modifiche inciderebbero, dunque, sul ritiro immediato della patente per chi usa il telefono alla guida e non in caso di recidiva come previsto ad oggi, ed inoltre, l’impossibilità di fruire della riduzione del 30% per chi paga la contravvenzione entro 5 giorni, perché tale beneficio è escluso per le violazioni che comportano la sospensione della patente.

Il codice parla chiaro: è fatto divieto assoluto al conducente “di far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici ovvero di usare cuffie sonore”. È consentito soltanto l’uso di apparecchi (come lo smartphone) con vivavoce o auricolare, purchè il conducente abbia adeguate capacità uditive e che non richiedono l’uso delle mani per il loro funzionamento.

No comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Il nostro ufficio

×